Archivio mensile:marzo 2017

RC moto: di cosa si tratta e come sceglierla

La RC moto è obbligatoria dal 1969 per tutti i veicoli con due motori e due ruote, tre ruote nel caso dei sidecar.

La polizza copre i danni provocati a terzi e alleventuale passeggero del veicolo. Le moto e i veicoli a due ruote che circolano su strade pubbliche, inclusi i parcheggi, sono tenuti alla stipula della RC moto. La copertura dei danni avviene fino al raggiungimento di un massimale, stabilito in sede di contratto.

Prima di scegliere la polizza è bene fare un confronto online tra le proposte delle varie compagnie. Il modo più semplice e veloce è richiedere un preventivo assicurazione moto online.

Basarsi solo sul preventivo però non basta. Il passo successivo è valutare la tipologia di polizza e le garanzie accessorie da inserire nel contratto.

 

RC moto a tempo, sospendibili e per moto speciali

Il primo criterio di scelta nella polizza è il periodo di utilizzo della moto. Se la motocicletta non funge da principale mezzo di spostamento, si possono valutare polizze temporanee o sospendibili.

Le prime possono durare da un mese fino a sei mesi e sono caratterizzate da premi più bassi. Le polizze sospendibili, invece, possono essere sospese alloccorrenza. Il premio risulta comunque più basso in quanto spalmabile in un periodo di tempo più lungo. Ad ogni sospensione infatti corrisponde un allungamento della durata della polizza.

Se si possiede una moto depoca oppure una moto o uno scooter elettrico, si possono scegliere delle polizze ad hoc.

Le polizze per moto storiche hanno costi inferiori, ma devono rispettare una serie di condizioni. La moto deve essere stata immatricolata da non meno di venti anni e deve avere un valore sia storico che culturale. Non solo, il mezzo deve essere corredato di tessera ASI, rilasciata allAutomotoclub storico italiano.

Infine, lultima e importantissima condizione è quella relativa allo stato della moto che deve essere ottimale.

Alcune compagnie offrono condizioni speciali per le moto e gli scooter elettrici. Sono previsti cioè degli sconti per incentivare luso di questi mezzi. La fascia di sconto dipende dalle singole compagnie. Basta verificarla semplicemente richiedendo dei preventivi online. In genere, il taglio dei costi non dipende dalle caratteristiche del veicolo ma unicamente dal funzionamento elettrico.

 

Garanzie accessorie

Non tutte le garanzie accessorie proposte dalle compagnie sono utili nel caso di RC Moto. Prima di sottoscrivere la polizza conviene sempre analizzarle con attenzione, anche perché possono risultare piuttosto costose.

Se la moto viene parcheggiata sempre in un garage, si potrebbe anche pensare di non sottoscrivere le garanzie accessorie che proteggono in caso di atti vandalici e calamità naturali.

È invece indispensabile la garanzia infortuni conducente, che copre i danni subiti dal motociclista in caso di incidente con colpa.

La garanzia Kasko e di garanzia assistenza stradale sono da valutare con calma in base alle proprie necessità.

La Kasko copre i danni provocati dallassicurato, mentre la normale assicurazione copre solo i danni a terzi. Il classico esempio per spiegarne la validità è lo schianto contro un muretto oppure il danno provocato da una retromarcia poco accorta che fa finire la moto contro un pilone. In entrambi i casi una polizza senza Kasko non risarcisce lassicurato.

Al momento è possibile stipulare due tipi diversi di Kasko: completa o parziale. La completa copre tutti i tipi di danno, mentre la parziale copre solo i danni derivanti da sinistri in cui siano coinvolti altri veicoli oltre a quello dellassicurato.

Infine, la garanzia assistenza stradale serve ad evitare costi ingenti quando la macchina rimane bloccata in strada. La garanzia risarcisce lassicurato di tutte le spese sostenute per il trasporto del veicolo in officina.